Questo blog va rimosso perché danneggia l'immagine di Camogli?

martedì 23 ottobre 2012

Nuove frontiere del porno marketing territoriale


video


Per chi è dotato di un minimo di senso critico, guardare la pubblicità tradizionale suscita le stesse sensazioni di distacco dei filmati fascisti dell'Istituto Luce. Per chi fa pubblicità, le vecchie modalità e i vecchi mezzi di comunicazione non solo sono obsoleti, ma anche controproducenti. I persuasori occulti al passo coi tempi devono affinare le tecniche e cambiare modalità e significati, entrare da altre porte della psiche per infierire sullo spettatore a livello subliminale.

La pubblicità tornerà ad essere efficace solo quando riuscirà a confondersi con la vita quotidiana incarnandosi nei suggerimenti disinteressati delle persone più care o, come in questo caso, obnubilando alcuni neurotrasmettitori come la dopamina ubicati in una zona della corteccia chiamata nucleus accumbens, che entrano in gioco negli uomini con la visione di materiale pornografico.

Insomma, il tilt subentra in un momento di debolezza in cui lo spirito critico, che ha imparato a domare la pubblicità, è drogatoL'amore è stato un motore del consumismo importante negli anni del boom economico; la pubblicità ha spinto sulla famiglia mononucleare, riducendola ai minimi termini e trasformandola nel bersaglio dei venditori di ogni sorta di baggianata, un tempo acquistata a rate, utile solo per rendere la casa un amorevole ricettacolo del superfluo.

Il sesso è la nuova strategia di marketing di Camogli, ma si tratta di sesso vero, essendo stato - caso unico in Italia - legalizzato in tutte le sue forme. Camogli Paese del Sesso vuole riflettere sul superamento dell'amore come strategia pubblicitaria e ha prodotto, con gli umili mezzi a disposizione, questo filmato di porno marketing territoriale col fine di far riflettere gli addetti del settore su ciò che deve diventare la pubblicità per resistere all'usura del tempo e allo sviluppo del senso critico.

Camogli vuole turisti e consumatori tutto l'anno, Camogli vuole consumatori spensierati che spendano e spandano nei negozi, negli hotel, negli strip club e nei go go bar. Si è legalizzata la prostituzione, ma si vuole fare molto di più: creare la capitale mondiale dello scambismo e degli incontri di sesso. San Valentino a Camogli sucks!